Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
A+ A A-
Tools

Lutto sul lavoro nella ASL Bari

AslBari

 


(Comunicato stampa di Pino Gesmundo - Segretario Generale CGIL Bari - e Domenico Ficco - Segretario Generale FP CGIL Bari)

 

Anche oggi, l'ennesima morte bianca, questa volta avvenuta nella ASL Bari, ci testimonia l'inefficienza dello Stato, il risultato della somma dei tagli colossali di risorse, a volte ingiusti, lineari, irrazionali e inumani, che possono determinare sacrifici sul posto di lavoro. Ormai sempre più spesso.
In un servizio difficile e delicato quale quello della sanità.
In situazioni contingenti di questo genere, al di là dello sgomento e della disperazione da cui siamo presi, ci chiediamo cosa possiamo fare per arginare condizioni di esasperazione e deriva che colpiscono il nostro quotidiano.
Il pareggio di bilancio tanto sventolato ed osannato dalla ASL, i famosi conti "a posto" non significano dunque che i servizi funzionano bene, che le professionalità siano valorizzate ed i lavoratori tutelati, che l'utenza sia servita adeguatamente con livelli di qualità adeguati.
Eppure, in questo caso, il segnale di allarme e di rischio immediato era stato lanciato, prima timidamente e poi disperatamente. Era stato richiesto, e da più parti, il minimo indispensabile di tutela per costruire condizione di vivibilità in un servizio difficile.
I presidi di sicurezza erano troppo costosi!
Abbiamo chiesto ed ottenuto che sia dichiarato il lutto cittadino. Un momento di riflessione affinchè tutti possano riflettere, istituzioni e parti sociali insieme, su avvenimenti e tragedie che non devono più ripetersi.
Ma non basta.
E soprattutto, all'indomani di un dramma che travalica il significato di una morte ingiusta, oltre a riflettere dobbiamo agire. Agire perchè l'accaduto parla di condizioni di difficoltà in cui versa il welfare, urla di coesione sociale inesistente, grida incomprensione verso un servizio pubblico che affronta quotidianamente il suo dovere, silenziosamente, fino in fondo, anche rispetto alle porte chiuse e sorde di un'Amministrazione che lamenta la mancanza di risorse.
Rivendichiamo dunque un 'attenzione continua specie sui servizi alla salute, sulle politiche sociali, su un piano di rientro che non può fare i conti sulla pelle ed il sacrificio delle persone, sia utenti che lavoratori.
Chiediamo tutela e servizi di qualità per tutti. Fino ad ora abbiamo vigilato, sia pur speranzosi e fiduciosi in un nuovo assetto dei servizi socio-sanitari attento al territorio, in prestazioni sociali adeguate da parte di Comune e Provincia ma, da ora in poi, pretenderemo un'attenzione ed una nostra presenza costante, nel confronto con le Istituzioni, per organizzare al meglio il futuro delle persone tutte e dei servizi, soprattutto quelli pubblici, in questo nostro territorio.

Bari, 4 settembre 2013

 

Scarica il comunicato

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Settembre 2013 17:51

Visite: 1561

Campagna raccolta firme per il diritto umano all’acqua potabile

Water IT

 

La Funzione Pubblica CGIL è impegnata attivamente in una campagna europea di raccolta delle firme on-line ( www.right2water.eu/it ) a sostegno dell’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) per il diritto umano all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari.

Firmando l’ICE anche voi chiederete alla Commissione europea di:
- garantire acqua potabile e servizi igienico-sanitari a tutti i cittadini dei 27 Stati membri dell’UE;
- escludere i servizi idrici dalle logiche del mercato unico;
- intensificare l’impegno per garantire un accesso universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari sull’intero pianeta.

Vi invito, pertanto, in coerenza con le posizioni da sempre assunte e le battaglie condotte sull'argomento, ad assicurare la vostra firma on-line ed a promuovere quella del maggior numero possibile di persone affinché risulti tangibile l’impegno della Funzione Pubblica di Bari.

Il Segretario Generale
      Domenico Ficco

Ultima modifica il Giovedì, 18 Ottobre 2012 17:10

Visite: 1513

Agenzia delle Entrate: A proposito di ricostruirsi una verginità da parte della solita pseudo sigla sindacale!

agenziaentrate

Bari, 26/03/2014


Siamo alle solite! Ormai da anni una Organizzazione Sindacale (o presunta tale) anziché
occuparsi di tutelare i diritti dei lavoratori dell'Agenzia delle Entrate ha quale sua
occupazione principale quella di tentare di denigrare le altre organizzazioni sindacali,
pensando in questo modo di accreditarsi nei confronti dei lavoratori.
Sono mesi che la FP CGIL ignora sistematicamente le offese ed i tentativi di denigrazione
di questa pseudo organizzazione sindacale che scambia le altre OO.SS. per la propria
controparte dimostrando di avere una crisi di identità ed una gran confusione di ruoli.
Tuttavia, quello che più sconcerta ed allo stesso tempo fa sorridere, è che la sigla
sindacale in questione, cercando di ricostruirsi una verginità nei confronti dei lavoratori
dell'Agenzia delle Entrate, da qualche tempo si improvvisa rivoluzionaria a chiacchiere
dimenticandosi di aver avallato e condiviso pienamente le scelte sciagurate di precedenti
gestioni dirigenziali dell'Agenzia delle Entrate in Puglia (Guarino) che hanno causato i
disastri di cui ancora oggi i lavoratori e gli utenti pugliesi pagano le conseguenze.
Per non parlare della penosa vicenda relativa all'orario di lavoro che ha visto ancora una
volta la stessa sigla sindacale protagonista di comportamenti di contiguità con le Direzioni
di alcuni Uffici (Bari, BAT, ecc.) nel tentativo di far passare accordi sulla predetta materia
assai penalizzanti per i lavoratori delle Entrate del nostro territorio e che solo grazie
all'azione pervicace, forte ed unitaria di tutte le altre OO.SS. si è riusciti a respingere.
Questi comportamenti scorretti e ripetuti, hanno indotto le altre OO.SS. (compresa la FP
CGIL) a prendere definitivamente le distanze da questa Organizzazione Sindacale (con la
quale non è possibile condividere nulla sia per quanto riguarda il metodo che i contenuti)
ed a richiedere tavoli separati su tutto il comparto delle Agenzie Fiscali.
Pertanto, ancora una volta abbiamo avuto la conferma che la scelta di tenere i tavoli
separati dalla O.S. FLP è stata giusta e continuerà fino a quando la predetta O.S. sarà
rappresentata da siffatti Dirigenti.


Il Segretario Prov.le FP CGIL
F.to Antonio Ventrelli

Ultima modifica il Giovedì, 03 Aprile 2014 18:57

Visite: 903

FPCGILNAZIONALE
FPCGILPUGLIA

Banner Bandi

loghibottom-01

loghibottom-08

loghibottom-04

loghibottom-16

loghibottom-13

loghibottom-10

loghibottom-02x

loghibottom-14

loghibottom-09

loghibottom-07

loghibottom-02

loghibottom-11

loghibottom-15

loghibottom-16

loghibottom-03

alpa

Visitatori Online »

Abbiamo 15 visitatori e nessun utente online

ACCEDI ALLA WEBMAIL

webmail logo

Funzione Pubblica CGIL Bari
Via Natale Loiacono, 20/b - 70126 Bari
tel 080 5743083 - fax 080 5742751
info@pec.fpcgilbari.it | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FP CGIL BARI 2012 © | Tutti i diritti riservati

powered by

Powered By Arancio"altracomuncazione"