Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
A+ A A-
Tools

Comune di Terlizzi: richiesta unitaria di conciliazione prefetto

Terlizzi
 

Al Prefetto di Bari
e, p.c. Al Sindaco
Comune di Terlizzi
Ai Lavoratori
All’ OIV

OGGETTO: Proclamazione stato di agitazione e richiesta incontro ai sensi della Legge 146/1990 e s.m.i.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali considerato che, nonostante gli impegni assunti dall'Amministrazione nel corso della delegazione trattante dello scorso 5 agosto, alla data odierna non sono stati ancora corrisposti gli incentivi relativi al saldo produttività 2012 e alla produttività 2013, su mandato dell'assemblea generale del personale dipendente svoltasi lo scorso 29 settembre, dichiarano l'immediata messa in stato di agitazione dei lavoratori, nonché l'avvio delle procedure per l'instaurazione della vertenza che potrà sfociare in un eventuale contenzioso dinanzi al giudice del lavoro e la calendarizzazione di una giornata di sciopero.

Pertanto, alla luce anche delle dichiarazioni fornite dal Sindaco nel corso dell'assemblea, si ritiene
esperita la procedura per il tentativo di raffreddamento da svolgersi presso la sede aziendale e si chiede
al Prefetto di Bari di procedere, senza indugio, ad attivare la conciliazione e ogni altra procedura di
sua competenza al fine di evitare l’alienazione del diritto dei lavoratori di scioperare e manifestare per i
propri diritti.

In attesa di sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.
Bari, 1 ottobre 2014

LE SEGRETERIE PROVINCIALI
     FP CGIL             FP CISL              UIL FPL               CSA         DICCAP
   P.Tomaselli       F. Capodiferro     D. De Gregorio        S. Zonno     M. Zitoli

Ultima modifica il Giovedì, 02 Ottobre 2014 16:00

Visite: 796

IL SISTEMA DI VALUTAZIONE NON È OGGETTO DI CONTRATTAZIONE

ComunediBari


       È bene ricordare, a chi è sfuggito, che l’art. 7 del d. lgs n. 150/2009, la cosiddetta “Riforma Brunetta”, ha assegnato alle pubbliche amministrazioni l’obbligo di adottare il “Sistema di misurazione e valutazione della performance”, escludendo quindi la contrattazione con le OO.SS.
  Riforma che, come è noto, la CGIL ha strenuamente combattuto, con manifestazioni, iniziative e scioperi.
Il sistema di valutazione adottato dal Comune di Bari ha previsto la possibilità di poter valutare negativamente la performance individuale di un lavoratore, riconoscendo alla contrattazione decentrata SOLTANTO il compito di fissare il valore sotto il quale la valutazione è da considerarsi NEGATIVA.
Su questo, come CGIL, abbiamo tenuto duro e siamo riusciti a mantenere tale limite molto basso, infatti la prestazione è ritenuta negativa  solo se è pari o inferiore a 32/80 per la performance di funzione, ben al di sotto del 50%, ed 8/20 per la performance operativa, dati valutativi talmente bassi che non sono stati mai riscontrati negli anni passati.
Inoltre, in sede di contrattazione decentrata siamo anche riusciti a rivalutare la valutazione ritenuta positiva. Infatti, a partire da una valutazione di 56/80 (noi avevamo chiesto che questo limite fosse più basso, eravamo partiti da 40/80 per poi attestarci su 48/80 ma la parte pubblica che era partita da 64/80 non ha ritenuto di scendere sotto i 56/80) è prevista una premialità aggiuntiva da riconoscere al personale in fase di attribuzione del beneficio economico legato alla performance.
Pertanto, del risultato complessivamente conseguito in sede di contrattazione decentrata possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti, considerato che si è riusciti a chiudere la contrattazione solo il 27 dicembre scorso, quindi al limite della scadenza dell’anno 2013. In tal modo abbiamo evitato che l’Amministrazione procedesse con un atto unilaterale all’approvazione di un contratto decentrato sicuramente peggiorativo, visto la bozza presentata dalla parte pubblica, ovvero che non si potessero distribuire le risorse decentrate al personale dipendente, arrecando un grave danno ai lavoratori. Se questo significa svendere i lavoratori, se garantire il salario accessorio va contro gli interessi dei lavoratori, allora vuol dire che abbiamo svenduto i lavoratori. Noi, per la verità, siamo convinti di aver ben operato, crediamo che questo debba essere riconosciuto alle OO. SS. che con grande senso di responsabilità hanno deciso di sottoscrivere l’Accordo. Sicuramente è migliorabile, lo abbiamo sottolineato anche in sede di contrattazione decentrata, ma rispetto al rischio di far perdere quote di salario accessorio al personale non abbiamo dubbi che la sottoscrizione possa portare solo benefici per i lavoratori.
Sul sistema di valutazione anche noi abbiamo molte perplessità e su questo sicuramente vigileremo. Non consentiremo valutazioni discrezionali a NESSUNO. Non solo, ma ci impegniamo a rappresentare i nostri iscritti in ogni sede, anche quella legale, in caso di valutazioni non congrue o in caso di inosservanza delle procedure stabilite dallo stesso sistema di valutazione.
Con questo ci sentiamo di rassicurare i lavoratori, perché saranno tutelati, adesso come sempre.

Patrizia Tomaselli, Segretario FPCGIL

Ultima modifica il Lunedì, 31 Marzo 2014 11:42

Visite: 795

Richiesta stipula contratto decentrato e apertura contrattazione 2014

ComunediBari

Bari, 05/03/2014

Al Direttore Generale

e, p.c. Al Sindaco
Comune di Bari

OGGETTO: Richiesta stipula contratto decentrato e apertura contrattazione 2014.

 
    La scrivente Organizzazione Sindacale, considerato che in data 27 dicembre 2013 è stato siglato l’accordo decentrato ed essendo ormai trascorsi più di 60 giorni dalla data di sottoscrizione, andando ben oltre i tempi stabiliti dal D. Lgs. n. 165/2001, al fine di non rischiare eventuali penalizzazioni per il personale dipendente come già avvenuto nel recente passato, chiede l’immediata convocazione della delegazione trattante per procedere alla stipula definitiva del contratto decentrato.

    Inoltre, chiede la tempestiva quantificazione del fondo risorse decentrate anno 2014, sia per la parte stabile che per la parte variabile, in modo da poter immediatamente aprire il tavolo di contrattazione per deciderne l’utilizzo.

    Al riguardo, fa presente che la scrivente Organizzazione Sindacale (e non è stata la sola) ha ribadito in sede di contrattazione decentrata che il testo concordato andava bene solo per l’anno 2013, considerato che si era giunti al termine dell’anno e vi era la necessità di sottoscrivere l’accordo per permettere la riscossione del salario accessorio a tutto il personale, ma con l’impegno che lo stesso andava rivisitato e modificato in avvio del nuovo anno per consentire un utilizzo più adeguato e corrispondente alle esigenze di servizio, ma anche alle prestazioni richieste ed erogate dal personale dipendente. Pertanto, chiede la riapertura del tavolo di contrattazione per rivederne i contenuti, in tutte quelle parti che sono state oggetto di osservazione da parte delle stesse OO.SS. e che non hanno trovato adeguate risposte nel CID sottoscritto solo per una questione di tempi.

    In attesa di urgente riscontro, si porgono  distinti saluti.
                                                                        

 Il Segretario Aziendale                  Il Segretario Provinciale
       (Michele Favia)                          (Patrizia Tomaselli)

Ultima modifica il Venerdì, 14 Marzo 2014 11:34

Visite: 1169

FPCGILNAZIONALE
FPCGILPUGLIA

Banner Bandi

loghibottom-01

loghibottom-08

loghibottom-04

loghibottom-16

loghibottom-13

loghibottom-10

loghibottom-02x

loghibottom-14

loghibottom-09

loghibottom-07

loghibottom-02

loghibottom-11

loghibottom-15

loghibottom-16

loghibottom-03

alpa

Visitatori Online »

Abbiamo 11 visitatori e nessun utente online

ACCEDI ALLA WEBMAIL

webmail logo

Funzione Pubblica CGIL Bari
Via Natale Loiacono, 20/b - 70126 Bari
tel 080 5743083 - fax 080 5742751
info@pec.fpcgilbari.it | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FP CGIL BARI 2012 © | Tutti i diritti riservati

powered by

Powered By Arancio"altracomuncazione"